Usi e tradizione

Noi della familgia Walder camminiamo insieme, di generazione in generazione.

Al maso Mudlerhof tradizione e modernitá si danno una mano, sono una simbiosi che si sviluppa e si proietta verso l’avvenire.

La storia del nostro maso

Le ricerche sulla storia del maso ci portano 500 anni indietro nel medio evo. Il maso ha una storia molto confusa e complicata. Ha cambiato diversi proprietari ed anche il nome. Veniva chiamato maso „Preindl“ finchè tre quarti della proprietà andò in possesso di Josef Viertler, che chiamò la sua nuova proprietà „Mudler“. Una volta, questo nome si usava per un’attività, la trebbiatura del frumento. Al giorno d’oggi questo termine è scomparso.

I due figli di Josef Viertler  morirono ancora giovani. La figlia Agnes, che era l’unica erede, sposò uno dei due operai che lavoravano al maso. Ma suo marito poco tempo dopo si ammalò e morì. Agnes rimase da sola e senza figli.  Aveva un cuore molto buono ed aperto ed aiutava chi aveva bisogno. Cosí regalò il maso Mudler alla famiglia piú povera del posto. Georg e Ferdinand Walder vennero a vivere qui al maso. Nel 1918 Georg si sposò con Margareth Obojes. Ebbero sei figli, cinque maschi ed una femmina.

Nella seconda guerra mondiale, tutti e cinque i fratelli dovettero andare a combattere, prima nell’esercito tedesco, poi in quello italiano. Tutti e cinque ebbero la fortuna di poter tornare a casa sani e salvi, ma il loro cuore rimase ferito per tutta la vita. Un messaggio importante per noi, di vivere la pace quotidianamente nel cuore e con tutte le persone!

Il figlio maggiorenne, Peter Walder, nel 1947, sposó Walburga Mooswalder e,da quel matrimonio, nacquero cinque figli. Il più grande dei maschi, Peter, nel 1976 è diventato il nuovo contadino del maso Mudler e fra poco egli lo darà a suo figlio Valentin.

© 2019 Mudlerhof 00616040218 Credits Privacy Sitemap Cookie